Onice: Nera, Bianca, Miele caratteristiche.

Onice Nera

Onice: L’onice nera è una varietà di calcedonio.

Questa pietra fatta di cristallo è molto piacevole alla vista, solitamente di un colore nero scuro ma può essere anche di altri colori tra qui Bianca o color Miele, che spesso viene rifinita manualmente per dare forma a pezzi di onice unici nel suo genere, anche perchè questa pratica utilizzata già nell’antichità di lavorare l’onice nero, e data dal fatto che in natura questa pietra nera presenta delle striature biancastre.

Onice: L’onice Bianco era molto popolare a differenza dell’onice nera, nei tempi Antichi, soprattutto nelle popolazioni di Greci, Romani ed Egizi, infatti il suo nome deriva dall’antica parola Greca “Onix” che significa Unghia, proprio da questo la leggenda narra che una notte mentre Venere dormiva beatamente cupido taglio le unghie di Venere e le Parche (meglio conosciute come le tre figlie di Zeus) le mutarono subito in pietra per far si che nessuna parte del corpo Divino di Venere potesse essere mai distrutto.

Caratteristiche Onice Bianco

Onice: L’onice Etrusca è un onice Calcareo era il marmo dei Latini chiamato anche Alabastrum, Alabstrum deriva come diceva Plinio da una fortezza chiamata Alabstra a Tebe in Egitto dove era pieno di cave che venivano utilizzate per la costruzione di templi, e oggetti in onice Etrusca facilmente riconoscibile dal suo caratteristico colore.

Caratteristiche Onice Etrusca o Alabastrum

Per onice si intendono principalmente due tipi di rocce completamente differenti per questo si possono anche trovare di colori differenti tra cui le più conosciute Nera, Bianca, e color Miele:

L’onice silicea normalmente di colore nero striata di bianco con composizione SiO2 . n H2O, simile al calcedonio (ma non al quarzo, che è cristallino), che si trova in BrasileMessico, e altri luoghi;

L’onice calcarea, anche detta “onice alabastrite”, “onice etoca” od “onice egiziana”, che è composta da CaCO3 (è di colore bruno quella di Montaione o verde chiaro quella del Pakistan).

Le proprietà dell’Onice sono molto amate in cristalloterapia, viene usata soprattutto per equilibrare Muladhara, il primo chakra. Viene infatti utilizzata molto nella tecnica del radicamento oppure durante la meditazione camminata.

Questa magnifica pietra veniva anche utilizzata nel passato proprio per la sua grande energia anche dalle popolazioni dell’Antichità, veniva principalmente incastonata come amuleto sulle spade e gli scudi sia per il potere energizzante dell’onice, sia per abbellire le spade soprattutto di Generali e ufficiali.

Un’altro caratteristico ritrovamenti di onici, e soprattutto di onici nere era nelle tombe, infatti sono stati trovati moltissimi oggetti fatti di onici all’interno di sepolcri, o sarcofagi.

L’onice nera è una pietra detta anche duale, per lunghi periodi infatti è stata considerata la pietra della sfortuna, nell’antichitò c’erano due scuole di pensiero sull’onice, c’era chi da una parte la riteneva un amuleto porta fortuna, e chi la riteneva capace di attirare sfortune o pensieri negativi, ma fortunatamente per questa pietra cosi magnifica sia che sia nera, bianca, color miele nei secoli è stata rivalutata.

Proprietà dell’onice nera

Le pietre di onice Nera vengono considerate delle pietre difensive, il cui effetto principale è quello di inalzare barriere contro avvenimenti, ed energie negative, perciò in molte case ormai si possono trovare moltissimi complementi di arredo fatti di Onice.

Leave a Reply

Your email address will not be published.